Orgosolo

Murales (e banditi) ad Orgosolo

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Città, Europa, Italia, Natura, Tempo libero, Viaggi

Un benvenuto un po' particolare ad Orgosolo

Il benvenuto non è dei migliori: quel segnale stradale all’ingresso di Orgosolo (https://goo.gl/maps/HYp8o5woFHbcc5F98) crivellato di colpi di lupara non è certo un invito ad entrare. Così come le decine e decine di carabinieri e di agenti di polizia che girano di continuo per il paese il 3 di agosto a caccia dell’evaso famoso Graziano Mesina. Malgrado i suoi 78 anni, dei quali 40 passati in prigione per rapimenti e omicidio, è tornato ad essere uccel di bosco proprio nelle scorse settimane.

Orgosolo è nota (è famosa? si può dire “famosa”?) per quella che fu l’industria dei rapimenti di persona qualche decennio fa.

 

Oggi però si sale fino ai suoi 620 metri di altitudine, nel cuore della Sardegna montagnosa e brulla per i suoi murales.

Banditismo di un tempo con il suo anziano latitante a ricordare un tempo per fortuna passato e i murales, non hanno, ovviamente, alcuna relazione tra di loro.

Murales famosi in altre città nel mondo

Ho avuto la ventura di godere di altre città e quartieri nel mondo arricchiti di murales.

A Milano se ne trovano nella zona della Stazione Garibaldi nei sottopassi che portano ai binari dei treni e della metropolitana.

A San Francisco (CA-USA) l’intero Mission District (https://goo.gl/maps/TEjrLgjNawPtpMib7) con i suoi murales è diventano una delle attrazioni turistiche più importanti di una città già così ricca di luoghi da vedere e da vivere.

A Linz, in Austria, abbiamo la Open Air Mural Harbor Gallery (https://goo.gl/maps/kAzDw1BnX83owr9U9) con circa 300 Graffiti, alcuni dei quali di dimensioni monumentali, che decorano le facciate delle vecchie costruzioni industriali e degli uffici del porto. Artisti provenienti da circa 30 nazioni hanno trasformato le bellissime zone portuali di Linz in un luogo d’arte.

Unicità di Orgosolo e dei suoi murales

A rendere diverso Orgosolo è la sua piccola dimensione di appena 4.000 abitanti e quindi ben più piccolo del singolo quartiere di Milano, San Francisco, Linz, arricchito di murales.

Orgosolo e murales diventano quindi quasi un tutt’uno, ridefinendo ed arricchendo l’identità dell’intero paese.

Il contrasto tra qualità artistica dei dipinti e la morfologia aspra e spoglia delle colline e montagne intorno al paese, esaltano ancor di più la ricchezza comunicativa e simbolica dei murales.

Il mio viaggio intorno al mondo

Pubblicato il Lascia un commentoPubblicato in Viaggi

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Pechino, New York, Marrakech…sono solo alcune delle città che ho fotografato in questi ultimi dieci anni, le amo ognuna a suo modo.
In alcune ci torno spesso per lavoro, in altre ho trascorso momenti meravigliosi con la mia famiglia….[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column width=”1/3″][vc_column_text]Pechino[/vc_column_text][vc_gallery type=”nivo” interval=”3″ images=”704,633,631,630,629″][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_column_text]New York[/vc_column_text][vc_gallery type=”nivo” interval=”3″ images=”931,932,930,929,928″][/vc_column][vc_column width=”1/3″][vc_column_text]Marrakech[/vc_column_text][vc_gallery type=”nivo” interval=”3″ images=”740,741,742,743″][/vc_column][/vc_row]

Lago di Bled - Chiesa dell'Assunzione della Vergine

Lago di Bled

Pubblicato il 2 commentiPubblicato in Natura, Viaggi

[vc_row][vc_column][vc_column_text]Il lago di Bled (sloveno: Blejsko jezero; tedesco: Veldeser See) si trova in Slovenia, a nord di Lubiana sulla strada che sale a Villach in Austria, nelle Alpi Giulie. Allungando un po’ la strada di ritorno da Vienna, è un luogo pittoresco dove fermarsi, circondato come è da montaghe e foreste.

Lungo poco più di 2 km ed è largo meno di un 1 km e mezzo, è profondo appena 30 metri.

A nord del lago sorge un castello medievale su una posizione sopraelevata con una vista mozzafiato.

Al centro del lago c’è una isoletta con la Chiesa di S. Maria Assunta (sloveno: Cerkev Marijinega vnebovzetja), costruita nel XV secolo. Nella chiesa c’è la cosiddetta “campana dei desideri”. La tradizione racconta che, qualora venisse suonata, la campana farebbe avverare i desideri.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][vc_masonry_media_grid item=”masonryMedia_ScaleWithRotationLight” initial_loading_animation=”fadeIn” grid_id=”vc_gid:1464507732570-8bc2580b-7729-0″ include=”271,270,269″][/vc_column][/vc_row][vc_row][vc_column][/vc_column][/vc_row]